Fondazione Ospedale dei Bambini Buzzi

Progetto 2020, “Sostegno all’emergenza Covid-19″: Acquisto di tecnologie e attrezzature per nuovi letti nei reparti di terapia intensiva. Fondazione Buzzi si impegnerà a mettere a disposizione dell’Ospedale Sacco e degli altri ospedali della Lombardia le apparecchiature donate e necessarie per fronteggiare l’emergenza. Al termine dell’emergenza i letti acquistati verranno utilizzati per il nuovo reparto dell’Ospedale Buzzi.

Progetto 2019, “Partorire con Sicurezza e Serenità”: con la devoluzione viene sostenuto l’acquisto di un nuovo ecografo destinato a completare il progetto “Partorire con Sicurezza e Serenità” a favore del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Buzzi.
Al Buzzi dal 1999 è attivo un centro di riferimento nazionale di Terapia Fetale all’avanguardia anche per le gravidanze gemellari più complicate che vengono operate in utero con tecniche altamente innovative.
10 sono le diagnosi al giorno, 400 le risonanze fetali effettuate all’anno e 90 le operazioni di chirurgia fetale. Ma oggi le necessità di intervento in utero, sul feto o sulla placenta, sono sempre di più. La tecnologia deve essere di ultima generazione, la ricerca scientifica innovativa. L’attuale centro di Terapia Fetale è costituito da 2 ambulatori dotati di ecografi per la diagnosi e la terapia fetale.

Il nuovo ecografo è stato inaugurato il 22 ottobre 2019.

Fondazione Umberto Veronesi

La Fondazione Umberto Veronesi, è nata con lo scopo di promuovere la ricerca scientifica di eccellenza e progetti di prevenzione, educazione alla salute e divulgazione della scienza.

Borsa di ricerca alla ricercatrice Gabriella Costabile: Nanoparticelle biocompatibili per veicolare piccoli RNA terapeutici nel glioblastoma. Scopo del progetto: dimostrare l’efficacia terapeutica di piccoli RNA veicolati tramite nanoparticelle nel bloccare la crescita del glioblastoma.

Fondazione Policlinico Gemelli

Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS

Progetto «Rete di accoglienza e gestione per i pazienti con malattie rare e multipatologia»: lo scopo dell’intervento è migliorare gli esiti di salute e la qualità della vita in bambini e adulti affetti da Malattie auto-infiammatorie e lisosomiali e sviluppare un programma di ricerca con mezzi innnovativi come l’esoma.

Kito Onlus

L’associazione KITO è una no-profit padovana che da anni si occupa di prevenzione e risposta all’emergenza nelle zone colpite da disastri naturali. Oltre che in Italia, è particolarmente attiva nelle Filippine dove porta avanti numerose iniziative per supportare le fasce più vulnerabili della popolazione, e sarà presto presente anche in Senegal.

Progetto “Casa Kito, una struttura polivalente per le attività di doposcuola e ludico-ricreativa dei bambini terremotati”.

Il progetto di KITO a Caldarola (MC), nelle Marche, vuole facilitare la rinascita della vita comunitaria caldarolese. Nel 2016, il paese fu fortemente colpito dagli eventi sismici del Centro Italia, i quali causarono ingenti danni alle principali strutture di aggregazione, quali case, scuole e chiese, rendendo precaria la vita di circa 1500 persone.

Casa-KITO consiste nella costruzione di una struttura polivalente di 140 mq in lamellare di legno, su basamento in calcestruzzo armato. L’edificio è localizzato vicino all’insediamento delle SAE (Soluzioni Abitative di Emergenza), in modo da consentire alla comunità, e in particolare ad anziani e bambini, di riaggregarsi in sicurezza.

La struttura è stata inaugurata il 4 luglio 2020.

Associazione Vidas

L’Associazione Vidas ha per scopo l’attuazione di ogni forma di assistenza domiciliare e non domiciliare diretta ad alleviare il dolore e a migliorare la situazione ambientale dei sofferenti bisognosi.

Progetto 2020, “Sostegno ai piccoli pazienti ricoverati in Casa Sollievo Bimbi”: Casa Sollievo Bimbi nasce dalla necessità di offrire un luogo di sostegno e cura a bambini e adolescenti che soffrono di malattie inguaribili in fase avanzata. E’ la prima struttura destinata alle cure palliative pediatriche della Lombardia, tra le pochissime in Italia. La struttura , con i servizi di degenza e day hospice, completa il sistema integrato Vidas di cure palliative in età pediatrica che comprende l’assistenza domiciliare avviata dal 2015.

Progetto 2018, “Cure domiciliari gratuite per minori inguaribili”: assistenza completa e gratuita a minori con patologie inguaribili e sostegno alle loro famiglie grazie all’intervento dell’équipe multidisciplinare Vidas di cure palliative pediatriche domiciliari e con eventuali ricoveri nell’hospice Casa Vidas (Lombardia).

2HE Center for Human Health and Environment

L’Associazione Center For Human Health and Environment – 2HE, è stata fondata nel giugno 2014 da sette giovani professioniste impegnate nell’ambito della biologia, biotecnologia, economia e giurisprudenza.

Le finalità dell’Associazione 2HE sono: promuovere le idee e i risultati della ricerca scientifica, favorire il trasferimento tecnologico e la collaborazione tra ricerca accademica ed industria, offrire servizi di consulenza legale e finanziaria per la rendicontazione di progetti locali, nazionali e comunitari e per la tutela diritti della proprietà industriale ed intellettuale, offrire servizi di consulenza specialistica in ambito genetico, botanico e biotecnologico.

Progetto “Tutti in camper. Destinazione MARE”: allestimento di un Motorhome “Americano” con lo scopo di permettere a famiglie con disabili gravissimi di poter viaggiare dalla propria casa sino a San Foca, sostare presso un camping attrezzato, e accedere alla struttura balneare “Terrazza Tutti al Mare!” appositamente allestita per consentire a persone affette da SLA e altre malattie neurodegenerative di godere della gioia di una giornata al mare.

Il Porto dei Piccoli Onlus

Il Porto dei piccoli: mare, gioco e cultura per i bambini in ospedale

Portare il mare a tutti i bambini che affrontano la malattia perché attraverso il gioco possano ritrovare gioia e serenità, salpando insieme ogni giorno verso fantastiche avventure lontane dall’ospedale e dal luogo di degenza.

Questa è la mission del Porto di piccoli ONLUS, nata nel 2005 da un’idea di Gloria Camurati e che, partendo dall’istituto G. Gaslini di Genova, in 13 anni ha raggiunto tantissimi bambini in diverse regioni italiane, avviando collaborazioni con i principali centri pediatrici nazionali.

Family Care2: progetto nato per portare supporto psicologico e psico-educativo a bambini in cura domiciliare che non hanno la possibilità di trascorre una vita nella “normalità”.
Seguendo un percorso di gioco e conoscenza, stimolante ed innovativo, bambini e genitori sono coinvolti da operatori specializzati in molteplici attività il cui scopo è far vivere il luogo “casa” non in chiave terapeutica ma con le connotazioni di affettività, svago e crescita che aveva prima della malattia.
Con la devoluzione viene finanziata una borsa di studio per formare nuove figure di “Child Play Specialist”: un tecnico dell’attività ludica che possa entrare nelle case e portare un supporto ai bambini e alle loro famiglie.

iSemprevivi ODV Onlus

Progetto 2020, “PROGETTO TEATRO, della materia di cui sono fatti i sogni… e d’altre storie”: un laboratorio didattico culturale che si propone di aiutare gli adolescenti e adulti a sviluppare la propria personalità in modo autonomo e consapevole attraverso l’approfondimento della propria conoscenza interiore e delle emozioni espresse attraverso l’azione recitativa e di utilizzo del proprio corpo.

Progetto 2019, “Web radio e musica”: attivazione presso il centro diurno di Milano di un laboratorio didattico per adolescenti con disagio psichico, con l’obiettivo del reinserimento sociale e inserimento nel mondo del lavoro: un progetto sperimentale ed innovativo che si propone di aiutare gli adolescenti a sviluppare la propria personalità in modo autonomo e consapevole attraverso l’approfondimento di nuovi linguaggi espressivi.
Attraverso la piattaforma della radio digitale gli adolescenti avranno l’opportunità di diventare protagonisti attivi del mondo dell’informazione e della comunicazione e promotori di esperienze significative per sé e per i propri coetanei, stimolando curiosità ed interesse. Parte fondamentale del laboratorio sarà l’ideazione di nuovi format radiofonici attraverso cui riflettere sul mondo della scuola, delle amicizie, della famiglia e delle emozioni.