Fondazione Vidas

Casa Sollievo Bimbi: il nuovo Hospice Pediatrico che sorgerà accanto a Casa Vidas a Milano, in cui poter accogliere bambini e adolescenti malati inguaribili in fase avanzata e i loro familiari. Un passo importante per l’associazione, fondata nel 1982 a Milano da Giovanna Cavazzoni e da sempre impegnata nell’assistenza sociosanitaria completa e gratuita ai malati terminali, e in particolare agli anziani.
Casa Sollievo Bimbi con i servizi di degenza e day hospice completa il sistema integrato Vidas di cure palliative in età pediatrica, che comprende anche l’attività già avviata di assistenza domiciliare con una équipe specialistica.
La devoluzione contribuirà agli aspetti di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica nella realizzazione del nuovo Hospice Pediatrico: il progetto prevede infatti l’utilizzo di pannelli solari e fotovoltaici e un impianto di cogenerazione per lo sfruttamento della temperatura dell’acqua di falda per realizzare una struttura rispondente ai più aggiornati criteri di risparmio energetico in classe A. Si tratta quindi di un intervento che associa l’utilizzo di energie rinnovabili al minore e più razionale utilizzo integrato di tali fonti.

Ingegneria Senza Frontiere

Oasi Rose de l’Espoir: l’obiettivo del progetto è avviare un’impresa ad alto valore sociale per la gestione un’oasi a tre livelli nella Delegazione di Faouar, Governatorato di Kébili, nel Sud della Tunisia, con il molteplice scopo di lottare contro la desertificazione; conservare la biodiversità locale; ridurre l’esodo e la povertà rurale; sostenere, attraverso gli utili generati, attività locali a favore dei bambini vulnerabili.
Verranno rigenerati 10 ha di deserto, grazie alla tecnica dell’oasi agro-ecologica a tre livelli, con varietà colturali antiche e a rischio di estinzione e prodotti ortofrutticoli biologici.

Croce Rossa Italiana – Comitato di Milano

Sostegno alle persone vulnerabili: unità medica ed infermieristica di strada per persone senza dimora. Consentire un accesso a cure mediche elementari, possibilità di fornitura di farmaci di base, eventuale ricettazione di farmaci, esecuzione in strada di medicazioni semplici.

È un’attività storica, destinata ai senza dimora di Milano e hinterland, recentemente integrata con un servizio medico-infermieristico e psicologico, importante connessione tra servizi sanitari e sociali. L’obiettivo è moltiplicare gli interventi di tipo medico e psicologico sia per offrire un servizio sempre più qualificato sia per raggiungere un maggior numero di persone in condizioni di estrema marginalità.







A.S.D. Total Sport

In-super-abili: scuole calcio per ragazzi con disabilità cognitiva, relazionale, sensoriale, comportamentale, fisica e motoria (Italia).

Il progetto è direttamente rivolto a:
• Minori 4 – 18 anni con disabilità fisica e motoria, cognitivo relazionale e sensoriale, comportamentale.
• Adulti 19 – 50 anni con disabilità fisica e motoria, cognitivo relazionale e sensoriale, comportamentale.
• Utenti di centri diurni, associazioni, cooperative, ASL e comunità
• Genitori degli atleti coinvolti

Il progetto INSUPERABILI si prefigge di diffondere la propria filosofia e metodologia di lavoro garantendo ai ragazzi diversamente abili un servizio di qualità direttamente presso le loro città. Durante la stagione sportiva il legame con le Academies è forte e continuo grazie ai costanti stage del team tecnico, educativo e psicologico di Insuperabili.
Le attuali Academy sono: Torino, Milano, Genova, Bergamo, Chioggia, Sant’Ambrogio, Roma (2 sedi), Lecce e Siracusa.
Nella stagione 2017/18 è in programma l’ampliamento del numero di Academy, con ulteriori 3-5 sedi.







GoGreen Onlus

Il Giardino di Betty per il Reparto Pediatrico dell’Ospedale San Carlo di Milano

L’Associazione GOGREEN – Onlus, ABIO – Associazione per il Bambino in Ospedale e ASST Santi Paolo e Carlo uniti per la realizzazione di un nuovo parco giochi nell’area esterna dell’Ospedale San Carlo di Milano in Via Pio II, 3 con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

L’area giochi “Il Giardino di Betty” sarà realizzata con la pavimentazione anticaduta ottenuta dal riciclo di scarpe sportive usate con il progetto esosport: la raccolta si è svolta in numerosi punti dell’ASST Santi Paolo e Carlo (Presidi ospedalieri, centri territoriali e centri vaccinali) e presso la sede di ABIO – Associazione per il Bambino in Ospedale, con la presenza dei contenitori ESObox esosport run, a disposizione di dipendenti e visitatori.

Con il materiale raccolto, opportunamente lavorato e riciclato, verrà realizzata la pavimentazione dell’area giochi esterna, contigua al reparto pediatrico, che sarà a disposizione dei piccoli pazienti che potranno trascorrere momenti di svago e divertimento.

Il progetto “Il Giardino di Betty” per il reparto pediatrico dell’Ospedale San Carlo di Milano partecipa alla creazione di valore ambientale oltre che sociale, grazie alla realizzazione di un’iniziativa che accoglie la sfida dell’Economia Circolare e fa propria una visione ecosostenibile dello sport, abbinata ad un messaggio educativo per le giovani generazioni.

Sabato 11 maggio 2019 è stato inaugurata l’area gioco nell’area esterna del Reparto Pediatrico dell’Ospedale San Carlo, realizzata grazie al riciclo di scarpe sportive esauste con una campagna durata tre mesi in 36 punti di raccolta situati nei due presidi ospedalieri San Paolo e San Carlo e nei centri territoriali.

Il parco giochi, con un originale forma ellittica, ha una dimensione di 104 metri quadri ed è accessibile dall’ingresso principale dell’Ospedale San Carlo, di via Pio II, e fruibile da tutti i piccoli pazienti e visitatori dell’ospedale. Un parco giochi all’interno di una struttura ospedaliera permette ai piccoli pazienti, ai bambini visitatori e alle loro famiglie, di usufruire di uno spazio ludico che consente di allontanare il pensiero della malattia e della sofferenza per alcuni momenti attraverso il gioco e il contatto con la natura.

Fondazione Serena Onlus

Centro Clinico Nemo: nuovi spazi e nuovi servizi per le persone con malattie neuromuscolari con la nuova sede del Centro Clinico Nemo a Torino.

Fondazione Serena Onlus intende ampliare la rete dei Centri Clinici NeMO con l’apertura di una nuova sede del Centro Clinico nella città di Torino, per trasferire anche in Regione Piemonte il modello di assistenza e presa in carico multidisciplinare per le persone con malattia neuromuscolare, già consolidato da NeMO nelle altre sedi di attività (Milano, Arenzano, Roma, Messina). L’apertura del Centro Clinico NeMO Torino, presso l’AOU Città della Salute e della Scienza della città, garantirà servizi specialistici ai malati neuromuscolari adulti e pediatrici e alle loro famiglie, a partire da una visione centrata esclusivamente sui bisogni dei pazienti.







Amici di Julie

Progetto Future Builders: costruzione di un dormitorio femminile per la scuola professionale Lumetti VTC. di Nyakipambo in Tanzania.

Per supportare la comunità di Nyakipambo nella sua ardua sfida per migliorare la propria condizione attuale, Amici di Julie Onlus si impegna facendo leva su un fattore-chiave: l’incremento del tasso di scolarizzazione degli adolescenti, che è noto produrre effetti positivi in cascata sull’intero ciclo di sviluppo di una società.
Con la costruzione/ristrutturazione del dormitorio scolastico, saranno posti in opera i primi mattoni di un solido pilastro, per offrire ai giovani di Nyakipambo l’opportunità concreta di costruire basi credibili per un futuro sostenibile in autonomia.